Pavimenti in gres porcellanato: tutti gli effetti di un materiale versatile

 

Anche l'arredo segue la sua moda del momento. La tendenza che condiziona scelte, gusti, materiali, forme, colori, design e tecnologie: ogni epoca è caratterizzata da soluzioni considerate imprescindibili per essere al passo coi tempi. Negli ultimi anni è soprattutto l'arredo bagno a catalizzare le attenzioni del mercato. E' lo spazio della casa dove maggiormente si può esercitare la propria fantasia, concedersi qualche piccolo lusso e tradurre in elementi d'arredo la propria personalità. Da dove si comincia? Dai pavimenti del bagno ovviamente. Per proseguire con i rivestimenti. Ultimamente il trend ha decretato il successo di un materiale versatile, resistente e bello: il gres porcellanato. Ecco perché.

 

Gres porcellanato: praticamente inscalfibile

Innanzi tutto, cosa significa gres? Il termine deriva da greificazione, fenomeno di saldatura dei granuli che precede la fusione, durante il processo di cottura dei prodotti ceramici. Le piastrelle in gres porcellanato sono dunque il risultato della cottura al forno (da 1200 a 1600 gradi) di una miscela pressata di argille ceramiche macinate. Ed è proprio la cottura a determinarne le eccezionali caratteristiche di longevità, resistenza alla flessione e alle abrasioni e impermeabilità (la normativa UNI definisce gres porcellanato la ceramica dal coefficiente di assorbimento acqua inferiore allo 0,5%).

La resa dei pavimenti gres porcellanato rasenta la perfezione. La superficie vetrificata delle piastrelle è pressoché inscalfibile: resiste a urti, macchie, agenti chimici, fuoco, usura, gelo. Non richiede particolare manutenzione ed è sicura in quanto priva di resine o sostanze chimiche. Quanto all'estetica, il gres non teme confronti.

 

Gli stili e le personalizzazioni del gres porcellanato

Dicevamo delle mode. Per quanto concerne l'arredo bagno, siamo nell'era del minimalismo.  E' tutto sommato un bene, perché la scelta di pavimenti per bagno e rivestimenti bagno è a lungo termine: soluzioni eccentriche o estreme potrebbero stancare dopo pochi anni. La semplicità, coniugata all'eleganza, rappresenta un'opzione sempre vincente, che si esalta nelle varie tipologie di gres porcellanato disponibili.

Il più richiesto di questi tempi è il pavimento in gres porcellanato effetto legno. Basta guardarlo, per capirne il motivo. Esteticamente è del tutto identico al legno naturale: i processi produttivi dell'industria ceramica hanno ormai raggiunto un livello di perfezione nel riprodurre il “disegno” naturale dei legni più pregiati. L'unica pecca, ampiamente compensata dalle caratteristiche tecniche che abbiamo descritto, è di natura “tattile”. Rispetto al legno naturale, il gres effetto legno è più freddo.

Il gres porcellanato a effetto marmo è una variante molto apprezzata: insuperabile per eleganza, disponibile in una moltitudine di finiture e colori che richiamano alle venature del marmo naturale.

Forse più adatto agli ambienti esterni che al bagno, è infine il gres porcellanato a effetto pietra. A meno che vogliate puntare su uno stile rustico, caratterizzato da piastrelle a rilievo dal forte impatto visivo.