SPA in casa: opportunità e vantaggi

Spa è una cittadina belga nota per le sue acque termali fin dall'antichità e sviluppatasi come centro per il benessere a partire dal XVI secolo, quando divenne ambita meta turistica soprattutto per gli inglesi. Già da allora il termine “spa” si diffuse come sinonimo di termalismo. Ma SPA, in maiuscolo, è anche l'acronimo della locuzione latina “salus per aquam”, salute per mezzo dell'acqua. Insomma, ci siamo capiti: benessere, relax e cura del corpo sono gli obiettivi ricercati da chi si affida a vasca idromassaggio, sauna, minipiscina, bagno turco. In una parola, a chi si reca in una SPA o la allestisce in casa.

 

Vasca idromassaggio & minipiscina: quando il bagno diventa oasi di relax

Il sogno di un percorso benessere che trasformi il bagno in un'oasi di relax non è mai stato così a portata di mano e di tasche. Il primo step consigliato riguarda l'installazione di una vasca idromassaggio a casa. Un'autentica manna dal cielo per la vostra muscolatura, in particolare per le delicate zone cervicali, plantari e lombari. La gamma a disposizione sul mercato è ormai vasta in termini di dimensioni, materiali, accessori. Scegliete un formato che si adatti alla morfologia del vostro bagno: tenete però presente che serve una presa elettrica a portata di mano e valutate con attenzione l'entità dei lavori.

Spazio permettendo, si può addirittura pensare ad una minipiscina (comunemente chiamata così per il discreto consumo idrico) personalizzabile, con postazione ergonomica ad hoc. Magari full optional per idromassaggio, cromoterapia e bluetooth per ascoltare musica. La minipiscina può essere dotata di impianto di disinfezione automatico che, tra le tante funzioni, implica il fatto di non doverla svuotare ogni volta.

Dalla vasca alla vera e propria SPA il passo non è breve, ma nemmeno proibitivo economicamente e logisticamente.

 

Sauna: un percorso benessere tra le mura domestiche

Il salto di qualità per il vostro percorso benessere domestico consiste nell'installazione di una sauna: nella versione classica, la temperatura raggiunge gli 80°/100° (umidità 10/20%), per indurre un'abbondante traspirazione della pelle.

Valutate bene lo spazio necessario, soprattutto se volete predisporre la vostra sauna casalinga in bagno. Oppure, se ne avete la possibilità, destinate alla sauna un locale ad hoc: magari nel seminterrato o in giardino (eleganti i modelli pre-assemblati, in legno pregiato).

Dalla classica sauna finlandese alla thermosauna, dalla sauna alle erbe a quella a infrarossi (non è necessario il preriscaldamento), il catalogo delle possibilità è molto vasto e risponde a tutte le esigenze, e i vantaggi sono noti: facilita l'espulsione delle tossine e ha effetto stimolante sul sistema immunitario.

Averlo nella propria casa elimina pure i possibili disagi dovuti alla condivisione di uno spazio pubblico: temperatura e aromi li scegliete voi, l'igiene dipende da voi.

 

Bagno turco in casa: quello che c’è da sapere

In alternativa alla classica sauna, si può pensare al bagno turco in casa: un ambiente saturo di vapore acqueo che forma una nebbia a temperatura stratificata, ideale per la traspirazione della pelle. Puro godimento e arma efficace per combattere stress, rigidità muscolare, dolori reumatici e persino disturbi del sonno.

Risultato garantito, con qualche sacrificio in più sul piano dei lavori necessari: rimozione dei pavimenti e rifacimento dell'impianto idraulico sono passaggi spesso dovuti. Bisogna inoltre calcolare un vano di almeno 220 cm, predisporre la coibentazione della doccia e considerare il posizionamento del generatore. Ne esistono comunque modelli pre-assemblati, anche con ambienti a temperatura diversa.